FORMAZIONE

Cosa facciamo

Organizziamo durante l’anno corsi di formazione e di aggiornamento  su tematiche di attuali interessi scientifici. Abbiamo organizzato webinar ed eventi in presenza, sempre con opinion leader di livello nazionale, ma soprattutto facciamo sentire la nostra voce di Professioniste e Donne.

Ormai fissi nel calendario dell’Associazione ed attesi ci sono due eventi: l’incontro a Montecitorio con i rappresentanti delle Istituzioni, delle Associazioni di aiuto ai pazienti oncologici, per fare il.punto sullo stato dell’arte della sanità in oncologia. Un momento di confronto condiviso tra il Comitato Scientifico e gli alti esponenti istuzionali, medici presenti.

 Altro evento di rilievo organizzato da W40 Italy è il PostEsmo. Questo è ’ il momento per eccellenza per aggiornarsi sulle ultime terapie, cure, novità emerse durante il congresso europeo ESMO, dove le componenti del Comitato Scientifico sono spesso tra le relatrici delle varie sessioni di lavoro.

L’evento è ormai diventato un punto di riferimento per tutte le oncologhe ed oncologi italiani 

IL NETWORK

Chi siamo

In Italia l’esperienza di Women for Oncology Italy, è stata voluta ed avviata da nove oncologhe che si sono distinte per il conseguimento di importanti risultati e che oggi ne compongono il Comitato Scientifico.

Women for Oncology Italy è un percorso di coaching rivolto alle donne-medico che lavorano in oncologia. Attraverso workshopeventicorsi ECM e un dialogo aperto della community, l’iniziativa sostiene la formazione manageriale delle oncologhe italiane e lo sviluppo della loro carriera verticale nella leadership sanitaria.

DONNE IN ONCOLOGIA

Leadership al 
Femminile

Oggi le donne sono ancora poco rappresentate nell’oncologia a livello globale e raggiungono con difficoltà posizioni apicali nel percorso professionale. In Europa il numero delle donne nella leadership sanitaria, a capo di società scientifiche e che partecipano come speaker ai congressi internazionali, è ancora inferiore a quello dei colleghi uomini a parità di ruolo o incarico. In Italia solo il 15% dei 223 primari di oncologia è donna.

A fronte di uno scenario rimasto invariato nell’ultimo decennio, nel 2013 la European Society for Medical Oncology (ESMO) ha lanciato l’iniziativa ESMO Women for Oncology che punta a creare un network di professioniste per supportare e tutelare il merito professionale femminile, e facilitare l’ascesa della donna verso posizioni apicali, ancora oggi maggiormente ricoperte da uomini. L’iniziativa ha ispirato la nascita di gruppi di lavoro in alcuni Paesi europei, come la Grecia e l’Italia.